Scuola di Danza Aria d’Arte

Progetti Educativi

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Aria d’Arte attraverso Progetti Educativi si propone di collaborare con Scuole, Associazioni, Teatri, Cooperative ed Oratori, per promuovere la socializzazione, l’integrazione e l’inclusione sociale.

L’esperienza corporea è alla base dell’apprendimento del bambino e dell’adulto. Attraverso questa è possibile assimilare, in modo intuitivo e semplice, svariati concetti. Inoltre, acquisendo consapevolezza di sé e dell’altro si comprendono uguaglianze e differenze, e si può così crescere insieme percependole come una ricchezza ed avendone rispetto.

Aria d’Arte prevede molteplici modalità d’intervento, a seconda dell’età evolutiva specifica dell’utenza coinvolta, e si fonda sull’utilizzo della danza, dell’arte in generale, e delle sue potenzialità artistiche, riconoscendola quale mezzo efficace per il raggiungimento di molteplici obiettivi educativi.

Danzare insieme permette di sperimentare la gioia del muoversi e del creare qualcosa con gli altri, mettendo in movimento il corpo e lo spazio e designandoli come luoghi privilegiati di socializzazione, emozione, fantasia ed apprendimento.

Progetti Educativi sviluppati per:

Scuole elementari e medie

Associazioni e Cooperative

Teatri

Oratori

Danza Movimento Terapia

L’idea che sta alla base di quest’Arte, è semplicemente quella di utilizzare la danza, il movimento, per provare a dare una forma, a portare fuori di noi, all’esterno, vissuti, emozioni che ci abitano, che si muovono dentro.

Il cuore di tutto però è quello di favorire l’incontro con gli altri, attraverso il corpo, attraverso gesti anche da nulla, sfumature, a volte soltanto condividendo un momento di immobilità, perché l’aspetto realmente terapeutico di quest’arte, e di tutte in fondo, è legato alla consapevolezza che siamo animali sociali, tutti, e che per quanto possiamo apprezzare anche lo stare da soli, con noi stessi, è solo insieme che troviamo il senso più profondo, e più bello, del nostro vivere.

Il filo conduttore è quindi il movimento, esplorare le possibilità di relazione attraverso questo canale, che non esclude il verbale, e quindi attraverso il corpo.

Nella Danzamovimentoterapia qualsiasi giudizio è sospeso, non c’è giusto o sbagliato, non c’è bisogno di alcuna competenza tecnica, c’è semplicemente quello che ognuno si sente di offrire al gruppo, che è sempre prezioso, un regalo che ognuno fa a se stesso, e a tutti.

Il pensiero di prendere forma nella danza ha la forza di creare uno spostamento di coscienza, il corpo pulsa e si riempie, nell’attesa del movimento, lo spazio circostante si amplia e la mente proietta immagini, pensieri, ricordi emotivi da esplorare in modo nuovo…

Il desiderio improvvisamente diventa decisione che non è necessariamente scelta, piuttosto fiducia senza condizione. Ecco la danza, che è dramma ed epifania, fatta di sguardi furtivi e offerta di sé. Così alterno la scoperta di ciò che necessita espressione a ciò che il mio esserci suscita nell’altro. Ma la gioia più grande è cogliere offerta sincera di condivisione. Chissà quante offerte non ho visto, non ho sentito in tutto questo…”

 

 

Obiettivi:

  • favorire la collaborazione e la condivisione di esperienze e di vissuti
  • sperimentare la capacità di comunicare attraverso la propria corporeità
  • sperimentare l’intensità, la bellezza, le possibilità e la raffinatezza della comunicazione non verbale
  • conoscere il linguaggio della danzamovimentoterapia

Musica per Bambini

Il corso si propone di avvicinare i bambini alla musica in modo spontaneo e creativo, introducendo l’educazione musicale attraverso il gioco. Tramite l’ascolto diretto si integra il fare e l’ascoltare musica con l’espressione corporea. Attraverso la comprensione della corrispondenza suono/segno, il corso si propone, inoltre, di scoprire la musica che già vive intorno a noi (fonti sonore) e la musica del e nel mondo.

Il progetto prevede l’utilizzo di strumenti musicali didattici, body percussion ed altre metodologie e materiali, con modalità diverse sulla base delle diverse età dei bambini. Il tutto si basa sul naturale apprendimento imitativo che permette, attraverso varie esperienze ed in contesti differenti, il conseguimento delle competenze musicali di base prefissate.

Finalità ed obiettivi generali

  • Socializzazione
  • Sviluppo consapevolezza delle regole nel gruppo
  • Collaborazione per raggiungere un obiettivo comune
  • Concentrazione
  • Confronto e partecipazione attiva
  • Conoscenza consapevole del mondo sonoro circostante
  • Sviluppo della memoria

 

Sviluppo del senso ritmico: risposta del corpo a stimoli sonori, espressioni ritmiche spontanee con tutto o parti del corpo, muoversi e fermarsi ad un segnale convenuto, camminare seguendo varie sollecitazioni ritmiche e abbinare diversi movimenti alle diverse cellule ritmiche proposte. Apprendimento di danze, filastrocche, canti.

Sviluppo delle capacità uditive e di ascolto: movimento libero e spontaneo, provocato da musiche con evidenti caratteristiche diverse. Imparare a riconoscere i suoni del corpo e della voce, ambienti sonori e strumenti.

Spazialità: esplorare e misurare lo spazio attraverso i suoni, percorsi sonori, memorizzazione di sequenze e movimenti sonori.

Comprensione parametri del suono: riconoscere e differenziare suono/silenzio, forte/piano, acuto/grave, lento/veloce, lungo/corto, diversità e sfumature timbriche.

Sviluppo della creatività musicale: stimolare la ricerca delle potenzialità sonore del corpo e dell’ambiente, stimolare ad un uso sempre nuovo di cose note ed alla produzione originale di canti, ritmi, movimenti e melodie. Sperimentare il dialogo fra strumenti: inventare e mimare una storia su un breve brano musicale, assegnare un colore a diversi suoni e a diversi tipi di brani musicali.

Improvvisazione musicale: inventare partiture, anche a più voci.

Corrispondenza suono/simbolo: sperimentare le prime forme di notazione musicale non convenzionale.